Blog post

La mia strada fino a qui

Ieri c’è stata la cover reveal della versione tedesca di “Eri come sei” e oggi c’è già il link disponibile su Amazon, e mi sembra ancora tutto così… strano. E bellissimo, ovviamente!

Un mio libro, un piccolo libro, ora è disponibile in cinque lingue. Cinque. Sono tantissime!

Mi sono fermata a riflettere su ciò che mi ha portato fin qui, su ciò che amavo e amo fare e su come non mi sarei mai e poi mai aspettata dei traguardi simili.

So benissimo di non essere “qualcuno” (non sto dicendo di sentirmi la Rowling, ovviamente XD) ma credo che gli anni di duro lavoro siano stati ripagati in modi alquanto inaspettati. E considerando la mia estrema insicurezza (è vera, lo giuro) quando si tratta dei miei scritti, non posso che restare a bocca aperta.

Ormai sapete tutti perché ho iniziato a scrivere, diciamo che è stata quasi una scelta “autoimposta” a fini di studio, ma vorrei sottolineare ancora una volta che tutto ciò che ho ottenuto l’ho ottenuto con l’impegno, la caparbietà e il “io ci provo, male che vada non va”, che poi è un po’ la mia filosofia di vita (tranne con gli uomini, con quelli sono sempre stata un gatto di marmo XD). Non usando il mio vero nome per avvantaggiarmi in qualche modo. Scusate se ripeto il concetto, ma ci tengo molto, perché è facile pensare il contrario (e se posso permettermi, lo faccio anche alla luce di come alcune persone sono cambiate drasticamente nei miei confronti dopo il coming out. Ma per fortuna le migliori sono rimaste <3 )

Quindi sì, in conclusione posso dire di essere orgogliosa di me stessa. E guardandomi indietro mi rendo conto che io, Erin, anche se non mi tratto per niente bene, mi sono data da fare tanto per muovermi e imparare, quindi forse un po’ dovrei battermi sulla spalla 🙂

So di non essere un’autrice prolifica e non lo sarò mai (se mai scriverò ancora, tra l’altro) e so che in questo mercato, soprattutto il nostro che aumenta a vista d’occhio in termini di produzione, è un attimo finire nel dimenticatoio, o sembrare la novellina appena arrivata quando invece si è presenti sul mercato da anni. È lo scotto da pagare per essere parte del mondo degli autori digitali, non solo M/M, ma lo accetto e spero solo di essere in grado di non sparire del tutto. Anche se adesso come adesso la vedo difficile. (Avevo iniziato a scrivere un piccolo racconto per Natale, con Ryan e Sean, e non sono riuscita a finire nemmeno quello!) Mi piacerebbe potermi mettere lì e scrivere storie su storie, vivere di ciò che scrivo, ma purtroppo per me è impensabile.

Vorrei cogliere l’occasione di questo post per ringraziare le persone che mi stanno sempre vicine. Avevo intenzione di elencare i nomi ma siete tante, e non vorrei dimenticarmene qualcuna. E vorrei assicurarvi che se sono poco presente online, su FB, praticamente inesistente nei gruppi, è solo perché non posso fisicamente farcela, ma so perfettamente quanto devo a tutte/i, e adoro riuscire a interagire, anche se poco, con tutti voi.

Quindi grazie, perché se sono riuscita ad arrivare comunque “lontano” lo devo anche al vostro entusiasmo e al vostro supporto <3

Colgo l’occasione per augurare un anno pieno di gioia a tutti, perché ne abbiamo bisogno dopo questo 2016…

Alla prossima!

 

By Erin

Previous Post

Next Post

2 comments

  • Cristina Bruni

    30 dicembre 2016 at 11:47

    Mio figlio mi ha appena detto “Volare è troppo divertente”. E tu stai volando. In alto, altissimo.
    Non fermarti mai ❤️

    1. Erin

      30 dicembre 2016 at 12:50

      Ci provo, ma la vedo dura…
      Grazie per il tuo affetto. Davvero <3

      E chissà mai che prima o poi si possa scrivere qualcosa insieme 😉

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *