Blog post

Cosa dovrebbe scrivere un autore sul suo blog?

Questa è una domanda che mi sto facendo da tanto, tanto tempo.

Credo che la domanda successiva, direttamente collegata a quella del titolo, sia quella che tutti gli esperti di marketing  raccomandano di farsi: cosa vogliono leggere i tuoi lettori? Qual è il tuo target?

Onestamente? Non ne sono certa. Chi sono i miei lettori? Chi siete?

Non so se siete lettori miei, in quanto scrittrice, e quindi magari interessati a leggere cose personali, o cose riguardanti le mie storie in corso d’opera, o lettori che cercano un blog da seguire perché posta contenuti interessanti (e allora, poverini, avete avuto ben poche soddisfazioni fino a questo momento).

C_4_articolo_2093144_upiImagepp

Mi piacerebbe conoscervi, anche se alcuni di voi mi commentano sui social. Mi piacerebbe sentire la vostra voce qui e sapere cosa vi piacerebbe leggere.

 

Secondo voi di cosa dovrebbe parlare un autore nel suo blog? O cosa vi piacerebbe trovare nel blog di un autore?

  1. Un diario personale, con scorci di realtà quotidiana
  2. Post che riguardano gli – eventuali – lavori in cantiere
  3. Post che riguardano anche libri già pubblicati. Estratti, immagini, ecc.
  4. Post generali su scrittura, marketing per autori, consigli librari, ecc.
  5. Post di altri autori ospiti del blog
  6. Altro (a vostra discrezione)

Non siate timidi. Fatemi sapere cosa ne pensate. Aspetto i vostri commenti!

Buona giornata a tutti!

 

 

By Erin

Previous Post

Next Post

2 comments

  • Claudia

    27 luglio 2016 at 20:49

    Personalmente mi piacerebbe tanto leggere la blogcronoca della genesi di un romanzo. Sapere scena per scena come nasce, cosa lo ispira, ascoltare la voce fuori campo dei personaggi.

    1. Erin

      27 luglio 2016 at 21:38

      È un’idea bellissima. Non ci avevo mai pensato.
      In effetti, la genesi di un romanzo, ma anche solo di una storia, è una cosa particolare. A volte anche un po’ contorta.
      Io dovrei avere più costanza per poter fare post del genere, perché scrivo nei ritagli di tempo, però ci penserò davvero, perché onestamente piacerebbe anche a me leggere una cosa simile.
      Grazie mille! <3

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *